Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Enel X e i paesi Bandiera Arancione insieme per la mobilità elettrica nei borghi

Enel X e i paesi Bandiera Arancione insieme per la mobilità elettrica nei borghi

Enel X e l'Associazione Paesi Bandiera Arancione hanno firmato ieri a Roma il protocollo di intesa che prevede l'installazione di almeno due colonnine elettriche all'interno del territorio dei 227 comuni che il Touring Club ha insignito della prestigiosa Bandiera Arancione. L'intesa è stata firmata dal responsabile di Enel X Francesco Venturini e da Fulvio Gazzola, sindaco di Dolceaqua (IM) e presidente dell’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione. Questo marchio d'eccellenza italiana vuole identificare tutti quei centri al di sotto dei 15 mila abitanti che fanno del loro patrimonio storico-culturale e agroalimentare la leva per attrarre turismo, garantendo un'accoglienza di qualità e sensibilità ambientale.

Sensibilità che adesso si arricchisce di questo servizio aggiuntivo, pulito e innovativo, che sostiene e spinge il nostro paese verso un futuro energeticamente sostenibile, di riqualificazione sociale e culturale del territorio. L'installazione di queste colonnine infatti darà un'ulteriore incentivo all'offerta turistica, lavorando in tandem con gli effetti benefici dati dal marchio Bandiera Arancione. Si stima infatti, numeri alla mano, che i borghi che se ne possono fregiare hanno già visto incrementare il numero di strutture ricettive nonché la loro capacità ricettiva e l'apertura di nuove iniziative commerciali; incrementi che hanno reso possibile anche un'inversione della tendenza demografica in queste aree, dove si assiste ad un aumento della popolazione residente, dopo lunghi anni caratterizzati piuttosto da un preoccupante spopolamento.

Sempre più spesso si assiste dunque alla trasformazione dei borghi italiani in veri e propri laboratori per lo sviluppo di modelli di vita più sostenibili, di nuove pratiche per la gestione dell'energia e del proprio tempo. In questa direzione si muove anche il progetto appena siglato da Enel X e le Bandiere Arancioni. L’accordo partirà già nel 2018 terminando la prima fase per l’anno successivo mentre la seconda terminerà nel 2022, data entro la quale Enel prevede di installare 14mila colonnine ed almeno 7mila già entro il 2020.

Oltre a riportare al presente il patrimonio dei borghi che amiamo, restano imprescindibili gli sforzi per portarli dal presente al futuro. La speranza è che progetti come questo possano ulteriormente incentivare non solo la rinascita dei borghi, riscoprendo nella loro totalità le potenzialità da essi custodite, bensì che quegli stessi progetti, una volta raggiunto l'obiettivo nei piccoli centri, possano introdurre queste nuova e sostenibile cultura anche nelle nostre città, per renderle nuovamente luoghi di condensazione e di esperienze positive.

Ph. motori.leggo.it

ALTRE IN NEWS :
"Andar per borghi" è un piacere. Prova!