Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Liguria di nuovo al top! Intervista a Giovanni Berrino, assessore alle politiche dell’occupazione, trasporti e turismo

Liguria di nuovo al top! Intervista a Giovanni Berrino, assessore alle politiche dell’occupazione, trasporti e turismo
Scopri Camogli

Abbiamo chiesto a Giovanni Berrino, assessore alle politiche dell’occupazione, trasporti e turismo della Liguria, come abbia fatto la regione a raggiungere nel 2016 i 15 milioni di presenze turistiche che non si registravano dal 2002, tornando così tra i territori più amati da italiani e stranieri.

Dolceacqua

Il 2017 è l'Anno dei Borghi e del turismo sostenibile ed esperienziale, come si sta muovendo la Regione Liguria?

La Liguria sta diventando sempre più una destinazione per tutte le stagioni apprezzata da turisti di tutto il mondo in cerca di autenticità, sostenibilità e qualità di vita. Essi rimangono soddisfatti soprattutto dalla forte identità dei nostri borghi, 21 dei quali sono Borghi più Belli d´Italia e 15 Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Il nostro entroterra rappresenta un territorio non spettacolarizzato, in cui non c’è separazione tra abitanti e visitatori, anzi, la presenza di turisti sta sempre più alimentando le tradizioni e rafforzando il senso di identità di ciascuna comunità. La Regione sta puntando sul turismo esperienziale: tra le iniziative promosse negli ultimi mesi, ricordo Be Active per valorizzare territori e operatori dal punto di vista del turismo sportivo proseguendo nella politica di destagionalizzazione, e C’è pesto per te, la proposta turistica che pone la ricetta ligure famosa nel mondo al centro di un tour esperienziale.

Laigueglia

 Quali sono le linee guida del suo assessorato per far incontrare domanda e offerta turistica?

L’assessorato al Turismo, consapevole del forte valore strategico del settore per l’economia ligure, da due anni è impegnato sui fattori di differenziazione delle singole realtà territoriali, attraverso la partecipazione di tutti i soggetti, pubblici e privati, che influiscono sull’offerta turistica di un’area. L’obiettivo è di allargare il raggio delle mete turistiche al nostro straordinario entroterra, messo adeguatamente a sistema e in collegamento con la costa, e di sviluppare con le regioni vicine azioni di promozione del prodotto turistico ligure per meglio posizionarlo sul mercato internazionale. Occorre insomma potenziare un’offerta “all season” e utilizzare i nuovi canali di comunicazione per una promozione del territorio a 360 gradi con una forte capacità di penetrazione impensabile fino a pochi anni fa, come dimostrano i numeri della campagna social #lamialiguria.

Noli

Per le specificità del suo territorio, quali sono i problemi più urgenti da affrontare per rendere la Liguria più competitiva dal punto di vista turistico?

Sicuramente i collegamenti: per troppi anni la Liguria si è trovata isolata rispetto al resto d’Italia e all’Europa. Da due anni, la giunta regionale è impegnata a togliere la regione da questo isolamento. Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, da gennaio il Frecciargento collega Genova con Roma in meno di 4 ore, e c’è l’impegno per realizzare il collegamento veloce tra Genova e Milano; per quanto riguarda l’aeroporto, sono stati investiti 45 milioni fino al 2027 per ampliarlo e renderlo più efficiente.

Siamo inoltre impegnati contro l’abusivismo, sia a tutela dei diritti del turista sia a favore di una sana concorrenza tra operatori. Grazie a una forte campagna informativa e un’azione capillare di verifiche sul territorio, molte realtà stanno emergendo dall’ombra, rendendosi regolari.

Boccadasse

Il turismo in Liguria ha registrato dati ottimi nel 2016. La Regione come intende proseguire nell’azione di rendere la Liguria sempre più attrattiva?

I dati del 2016 segnano un record storico con numeri che non si registravano da 15 anni, poiché la quota dei 15 milioni di presenze era stata raggiunta l’ultima volta nel 2002. Anche i primi mesi del 2017 hanno registrato numeri più che positivi, soprattutto tra aprile e maggio. Per proseguire su questa scia, il 16 maggio è stato siglato il Patto per il turismo tra la Regione e 150 Comuni con il fine di migliorare ancor di più l’offerta turistica, collocando risorse per la riqualificazione ambientale e paesaggistica e soprattutto facendo squadra su un settore, quello turistico, strategico per la Liguria. Tra le diverse iniziative che il Patto contiene, l’app “#lamialiguria” consente ai Comuni di comunicare eventi e altre informazioni utili al turista.

Nervi

ALTRE IN NEWS :