Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Galatina, il borgo salentino che sa di musica legato a Alessandra Amoroso, Dolcenera e Emma Marrone.

Galatina, il borgo salentino che sa di musica legato a Alessandra Amoroso, Dolcenera e Emma Marrone.
Scopri Galatina

Situata a venti chilometri a sud di Lecce, Galatina è un importante centro del Salento che affonda le sue radici tra il IX ed il X secolo.

Sono i Bizantini prima ed i Normanni poi ad influire sulla sua prima fase storica. E’ poi sotto il dominio di Raimondo Orsini Del Balzo che, alla metà del XIV secolo, il borgo vive una fase di splendore che la vede diventare uno dei maggiori centri culturali della zona.

Nel Settecento Galatina vive un’ulteriore, importante sviluppo urbano e monumentale, con la costruzione di pregevoli edifici destinati a renderla un prezioso centro architettonico e culturale.

Il centro storico di Galatina

Al suo bel centro storico vi si accede varcando tre delle cinque antiche porte d’accesso.

Porta Nuova, anche conosciuta come porta di San Pietro, per via della statua del santo che la sovrasta, Porta Luce, costruita nel 1795 e situata ad ovest del centro storico, che presenta un arco a tutto sesto sul quale vi è lo stemma della città, e Porta Cappuccini, che assunse tale nome perché permetteva ai frati di raggiungere, attraverso un vicolo, il Monte della Pietà da loro fondato nel XVI secolo all’interno del centro cittadino.

Tanti i tesori del centro storico tra cui la trecentesca basilica di Santa Caterina d’Alessandria. Monumento nazionale dal 1870, è straordinaria espressione dell’arte romanica e gotica italiana, dalla facciata tricuspidale in stile romanico pugliese con un ampio rosone e portali scolpiti. Maestoso l’interno, a cinque navate, caratterizzato da volte, pilastri e affreschi, ed apprezzabile il chiostro quadrangolare interamente affrescato alla fine del XVII secolo.

Da vedere anche la bella facciata barocca della chiesa Madre dei Santi Pietro e Paolo, con tre portali d’accesso e con l’interno a tre navate, caratterizzato dagli interessanti affreschi ottocenteschi della volta, raffiguranti la vita di San Pietro, ed impreziosito dalle tele della “Lavanda dei piedi”, di “Gesù che cammina sulle acque” e dall’ “Apparizione di San Pietro”.

Galatina

Alle tante chiese s’uniscono numerosi palazzi storici tra cui il quattrocentesco Palazzo del Sedile, antica sede della Municipalità e dell’Amministrazione della Giustizia, situato di fronte alla Torre dell’Orologio che, nel 1861, Galatina dedicò a Re Vittorio Emanuele II, Palazzo Orsini, oggi Palazzo del Comune, un tempo l’antico ospedale di Santa Caterina d’Alessandria.

Poi Palazzo Ducale, antica residenza dell’Arcivescovo d’Otranto Adarzo de Santander, il cinquecentesco Palazzo Tafuri-Mongiò, Palazzo Vallone, Palazzo Massa, Palazzo Verdosci e Palazzo Baldi, solo per citarne alcuni.

Un borgo storico che è un susseguirsi di apprezzabili architetture da godere passeggiando per le belle vie lastricate, e che è anche tappa del festival musicale itinerante della “Notte della Taranta”.

Galatina

Proprio alla penisola salentina, a questo borgo di storia e arte immerso nelle campagne, tra ulivi e vigneti, sono più o meno legate tre delle giovani star della musica italiana, Alessandra Amoroso, Dolcenera ed Emma Marrone.

Alessandra Amoroso

La prima, nativa di Galatina, prima della partecipazione e della vittoria dell’ottava edizione, nel 2009, del talent show “Amici di Maria De Filippi”, partecipa a svariate competizioni a livello locale, vincendo, nel 2007, la seconda edizione del concorso pugliese “Fiori di Pesco”. Il suo primo singolo è “Immobile” e con il secondo “Stupida” ottiene un ottimo successo, piazzandosi nella prima posizione della classifica dei singoli più scaricati. Premi e conquiste si susseguono in una carriera in continuo crescendo. Dal Premio Roma Videoclip per il video musicale di “Senza Nuvole” nel 2009, al Premio Multiplatino per l’album “Senza nuvole” ai Wind Music Awards nel 2010, dal Premio Multiplatino per l’album “Cinque passi in più” ai Wind Music Award del 2012 ed il premio come miglior canzone italiana con ”Amore puro” ai Rockol Awards nel 2013, sono solo una parte delle conquiste della Amoroso in questo primo scorcio di carriera. Poi, nel 2016, esce il suo quarto album “Vivere a colori”, che nel dicembre del 2017, a quasi due anni dalla pubblicazione, festeggia le 100 settimane in classifica FIMI.

Dolcenera

Anche Dolcenera, nome d’arte di Emanuela Trane, è nativa di Galatina. E’ nel 2003, con la vittoria del Festival di Sanremo con la canzone “Siamo tutti là fuori” che si apre ufficialmente la carriera della cantante. Il brano è contenuto nel suo primo album “Sorriso Nucleare”.

Nel 2005 arriva la partecipazione e la vittoria della trasmissione musicale “Music Farm” con il brano “Mai più noi due”, inserito nell’album “Un Mondo Perfetto”. Poi premi tra cui il Premio De Andrè, una nuova partecipazione al Festival nel 2006 e altri album tra cui “Dolcenera nel paese delle meraviglie”, “Evoluzione della specie”, tour e ancora Sanremo, tra i big dell’edizione del 2012 e dell’edizione del 2016. Poi progetti e ancora successi.

Emma Marrone

Nata a Firenze ma da genitori di Aradeo, piccolo centro a due passi da Galatina, Emma Marrone esordisce nel mondo della musica nel 2003 quando vince il talent show “Superstar Tour”, ma è nel 2009, con il talent show “Amici di Maria De Filippi” che la carriera dell’artista salentina decolla e nel 2012 vince la sessantaduesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Non è l’inferno”.

Nella sua carriera c’è tanta musica con, tra gli album, “A me piace così”, “Sarò libera”, “Schiena”, “Adesso” ed “Essere qui”, ma anche televisione con “Amici”, dove ha trionfato nel 2010, e Cinema con “Benvenuti al Nord” di Luca Miniero e “La cena di Natale” di Marco Ponti”. Poi tanti premi e riconoscimenti per una carriera che è solo all’inizio.

Foto delle artiste dalle rispettiva pagine Facebook

ALTRE IN MUSICA E LUOGHI :
"Andar per borghi" è un piacere. Prova!