Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Torna a Cortina il “The Queen of Taste” 2018

Torna a Cortina il  “The Queen of Taste” 2018

Al via la seconda edizione del festival dedicato agli chef e ai piatti locali rivisitati in chiave gourmet. E così Cortina si anima e rianima. Sabato 8 settembre il centro della famosa cittadina del bellunese si trasformerà in un ristorante all’aperto con degustazioni, menù preparati da chef stellati, un torneo di golf e il Pink Saturday riservato allo shopping. Cucina ampezzana ma in versione street food, rivisitata da ben quindici tra i migliori chef di Cortina d’Ampezzo e dintorni. Sabato prenderà così il via la seconda edizione di “The Queen of taste”, il festival gastronomico nato all’ombra delle Dolomiti, all’insegna della convivialità e dello stile organizzato da Cortina for Us. 

Per un’intera giornata il suggestivo centro della cittadina si trasformerà in un enorme ristorante all’aperto. A mezzogiorno in punto il lungo Corso Italia ospiterà lo StrEat Lunch, un esclusivo pranzo d’autore che prevede un aperitivo e un menù di cinque portate messo a punto da sei tra gli chef dei ristoranti più prestigiosi della conca e delle vali limitrofe.

La manifestazione nasce con l’obiettivo di far conoscere le tradizioni enogastronomiche della Regina delle Dolomiti e valorizzare i prodotti tipici delle valli ampezzane. 

Per ogni informazione: www.thequeenoftaste.it

IL BORGO E IL TERRITORIO 

Cortina

Cortina è terra che davvero non ha bisogno di presentazioni. Ma noi di borghimagazine ve la raccontiamo un po' comunque.  Le Tofane, il Pomagagnon, il Cristallo, il Faloria, il Sorapiss, il Becco di Mezzodì, il gruppo del Nuvolau e la Croda da Lago. Cosa sono? Le montagne che da qui si scorgono e amano. Centro nel bel mezzo anche della cultura ladina, Cortina ha un vastissimo territorio, tanto da essere seconda solo al capoluogo regionale Venezia. Sorgenti, ruscelli e cascate. Qui ce n'è per tutti i gusti. La sede comunale è a 1200 metri ma chiaramente non mancano vette che raggiungono e superano i 3000.  

Città ricca anche di monumenti.

Da vedere: la chiesa dei santi Filippo e Giacomo, quella di Sant’Antonio da Padova, della Madonna della Difesa e di San Francesco.

Innumerevoli le strutture per il turismo invernale e quelle sciistiche.

Un luogo classico, affascinante. Quel turismo storico invernale, spesso ritratto nei film della commedia all'italiana come suadente luogo di borghese evasione. Ma qui fu girata anche la pellicola cult Il conte Max, 1957, con Vittorio De Sica e Alberto Sordi, per la regia di Giorgio Bianchi.

ALTRE IN EVENTI :