Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2017 - Tutti diritti riservati
Questo sito utilizza cookie. Cliccando su o proseguendo nella navigazione o effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

22 chef italiani si daranno battaglia per l'Oro di Spello

22 chef italiani si daranno battaglia per l'Oro di Spello
Scopri Spello

La "Festa dell'Olivo e Sagra della Bruschetta" nasce nel 1963 ed è una delle più antiche d'Europa. Dal 2007 fa però parte di una manifestazione più ampia che prende il nome de "L'Oro di Spello" che si propone di valorizzare tutto ciò che per la città è tesoro, con particolare attenzione all’olio extravergine di oliva, il prodotto enogastronomico più rappresentativo ed importante del territorio. Numerose sono le iniziative tese a promuovere tutte le ricchezze della città: le eccellenze produttive, il paesaggio e le tradizioni culturali. Per un intero weekend il borgo di Spello ci stupirà con allestimenti a tema nelle vetrine del centro storico, conferenze e presentazioni editoriali. La manifestazione ha avuto quest'anno due prestigiose anteprime, la prima domenica 12 Novembre e la seconda lunedì 13, presso il CosmoFood di Vicenza.

Per tre giorni, dal 17 al 19 novembre L'Oro di Spello animerà il borgo attraverso un calendario di oltre 30 eventi dedicati a olio e cucina, con la presenza di ben 22 cuochi, molti dei quali in arrivo da un capo all’altro della penisola, dal Veneto alla Calabria. L’obiettivo è celebrare “l’olio nuovo” umbro a tutto tondo, evidenziando il suo ruolo di protagonista nella gastronomia italiana contemporanea e d’autore. Da qui la formula che mette a confronto tradizioni, tecniche e, soprattutto, cucine diverse (per collocazione geografica, ma anche per spirito creativo) attraverso percorsi a quattro mani, seminari e showcooking. “Spello, l’Umbria e l’olio sono il cuore, non solo geografico, di un’Italia che trova nelle sue cucine regionali la sua grande e autentica distinzione” - afferma Jacopo Fontaneto, critico gastronomico e direttore artistico della manifestazione, promossa dal Comune e dalla Pro Loco di Spello - “Il futuro sta nel dialogo e nell’interscambio fra queste tradizioni, e l’olio umbro è l'elemento che può fare la differenza, e generare nuove sperimentazioni”. Una formula che ha subito trovato l’appoggio, entusiasta, del sindaco Moreno Landrini e dell’assessore alla cultura Irene Falcinelli, che già lo scorso anno hanno posto le basi per un profondo rinnovamento della manifestazione.

Saranno 22 gli chef protagonisti de l’Oro di Spello: come detto, oltre ai cuochi umbri che reggono il timone delle cucine dei ristoranti dove si svolgono i contest gastronomici del venerdì sera (Monia Caneschi, Barbara Fusari, Renato Locchi, Francesco Marino, Mirco Palini, Danilo Peppoloni, Alessandro Pescetelli, Sara Romagnoli, Maurizio Salerno e Francesco Tinti) si aggiungono i cuochi ospiti, provenienti da tutta Italia: Giorgio Arrighini (Lombardia), Roberto Balgisi (Liguria), Samuele Bettini (Veneto), Giuseppe Crimaldi (Campania), Giorgio De Fabiani (Piemonte), Paolo Fioravanti (Toscana, dagli USA), Franco Gagliardi (Calabria), Daniel Girbea (Piemonte), Corrado Mora (Piemonte), Giancarlo Rebuscini (Piemonte), Agostino Sala (Piemonte) e Massimo Sgobba (Puglia). Oltre, naturalmente, ai volontari che cucineranno nelle tre cene di sabato sera presso i Terzieri.

La manifestazione partirà alle ore 20 di Venerdì 17 Novembre, con sette "cene a quattromani". Ogni chef locale accoglierà uno chef ospite, che porterà la tradizione dei propri piatti impreziositi con l’olio spellano. Si assisterà ad inedite rivisitazioni, showcooking esclusivi, grandi novità come l'evento "Usa to Italy: International Gourmet bruschetta" che si terrà Sabato 18 e le tradizionali Cene dei Terzieri, una disfida culinaria che vedrà impegnati gli antichi rioni del borgo di Spello: i Terzieri Porta Chiusa, Mezota e Pusterula. La manifestazione si concluderà Domenica 19 nel solco della tradizione, con la Festa della Benfinita e la sua sfilata di caratteristici carri abbelliti dalle frasche dell’olivo, e con la tradizionale risottata in Piazza Kennedy, alle 16.30, in contemporanea con la premiazione dei carri. Una rievocazione di quelle tradizioni popolari e contadine che oggi diventano occasione di valorizzazione delle eccellenze e momento di riflessione sul valore delle radici culturali del territorio.

Una formula, quella di quest'anno che non dimentica le tradizioni e gli appuntamenti canonici della Festa dell’Olivo e della Bruschetta, come la Mostra Mercato dei Prodotti tipici e quella dei prodotti artigianali, il trekking alla scoperta dell'acquedotto romano di Spello, a cura dell'Associazione Spellocammina, la Mostra dei Trattori d'Epoca, la Mostra Ammoniti attraverso il tempo, Spello Underground e le lezioni di Lyengar Yoga, spettacoli teatrali e mostre dedicate all'olio.

Scopri il calendario completo!

Foto da prospello.it.

ALTRE IN EVENTI :
"Andar per borghi" è un piacere. Prova!