Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Arquata del Tronto

Arquata del Tronto

Uno sguardo ad Arquata del Tronto

Arquata del Tronto

Arquata del Tronto

Arquata del Tronto, la Rocca

Arquata del Tronto, località Borgo

Arquata del Tronto, Monumento agli Alpini

Arquata del Tronto confina con tre regioni (Lazio, Umbria e Abruzzo) ed è noto per la presenza della storica rocca medievale che sovrasta l'abitato. E' inoltre l'unico comune d'Europa racchiuso all'interno di due aree naturali protette: il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a sud, e il Parco nazionale dei Monti Sibillini a nord. Il territorio dell'arquatano, prevalentemente montuoso, è caratterizzato dalla presenza del monte Vettore, del monte Ceresa, del massiccio dei Sibillini e della catena dei monti della Laga. Il paesaggio varia tra alpestri pareti scoscese che si avvicendano a fitti boschi di castagno, faggio e conifere; tra pendii e ampie balconate naturali, verdi campi e aree pascolive. Dalle cime più alte si scorgono i profili del Gran Sasso d'Italia e del mare Adriatico.

Questa è l'area del cosiddetto "versante magico" dei Sibillini, intriso sin dal medioevo di credenze, tradizioni e storie fantastiche, animate da presenze misteriose, che ancora oggi vi aleggiano. Guido Piovene li descrive come i «monti più leggendari d'Italia». Sui fianchi di queste montagne vi erano gli antichi sentieri che conducevano alla Strada delle fate, alla Grotta della Sibilla, profetessa Appenninica, e al Lago di Pilato, dove si crede sia sprofondato il carro condotto dai buoi che trasportava, ingovernato, il corpo di Ponzio Pilato.

Il nome di Arquata del Tronto è composto dall'accostamento di due termini. Arquata, che deriva dal latino Arx, (arx, arcis), ovvero rocca, insediamento fortificato o altura fortificata; del Tronto, in riferimento all'omonimo fiume che scorre vicino alla località. Le prime notizie certe e documentate su Arquata si trovano nel periodo dell'alto medioevo quando, nel VI secolo, era definita Terra Summantina. Ulteriore e successivo riferimento storico è fornito dall'invasione del popolo longobardo che giunse fino a Spelonga, dove forse esisteva un castrum. Ne ricompare la citazione nella cronaca del viaggio intrapreso da Carlo Magno che, nell'800, attraversò questi luoghi per recarsi a Roma in occasione della sua incoronazione. Nel XIII secolo la città di Ascoli, con il contributo di Amatrice e Castel Trione, costruì la fortezza sulla sommità della rupe a nord del paese e, da questo momento, la storia di Arquata si confonderà e si sovrapporrà a quella della sua Rocca, aspramente contesa tra norcini e ascolani per circa tre secoli. Nell'anno 1215, si ricorda la visita di san Francesco d'Assisi, qui giunto nella sua missione di apostolato. Nello Statuto d'Arquata del 1574 si legge una delle frasi più note legate a questo comune: «Che alcuno non se parta della terra d'Arquata e suo contado con animo de non ritornare a detta terra». Tra gli eventi accaduti nel paese di Arquata vanno ricordati l'arrivo e il pernottamento di Giuseppe Garibaldi, nell'anno 1849, che qui si fermò quando partì alla volta di Roma.

Un violento terremoto la notte del 24 agosto 2016 colpì l'area di Accumoli e Amatrice, causando gravi danni anche ad Arquata.

Comune di Arquata del Tronto
Provincia di Ascoli Piceno
Regione Marche

Abitanti: 1.141
Altitudine centro: 777 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Unione montana del Tronto e Valfluvione

Aree naturali protette:
Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Parco Nazionale del Gran Sasso, Monti della Laga

Comune di Arquata del Tronto
Via Umberto I 20 - Arquata del Tronto (AP)
Tel. +39 0736 809122

Pro Loco Arquata del Tronto
Via Mattatoio 2 - Arquata del Tronto (AP)
Tel. +39 329 9530703 - +39 347 2808288
Facebook

Ricetta: Olive ascolane, terre picene da gustare

Sfere dorate croccanti che custodiscono al loro interno olive ripiene di carne e di odori. Un’icona della gastronomia marchigiana, prelibatezze da gustare a tavola o mentre si cammina, all’insegna della tradizione applicata allo street food

Prossimi eventi o in corso

  • Natale ad Arquata
    Dal 08-12-2018
    Al 06-01-2019
    Natale ad Arquata
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2018-12-08 2019-01-06 Europe/Rome Natale ad Arquata Arquata del Tronto

    | Scopri di più

  • Santissimo Salvatore
    18-03-2019
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-03-18 2019-03-18 Europe/Rome Santissimo Salvatore Arquata del Tronto

  • Notte dei misteri
    18-08-2019
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-18 2019-08-18 Europe/Rome Notte dei misteri si svolge nel parco della Rocca, una serata in stile medievale con musica e intrattenimenti dell'epoca Arquata del Tronto

    si svolge nel parco della Rocca, una serata in stile medievale con musica e intrattenimenti dell'epoca

  • Alla corte della Regina
    19-08-2019
    Rievocazioni storiche

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-19 2019-08-19 Europe/Rome Alla corte della Regina Rievocazione storica, in costume. Ha luogo nel pomeriggio del giorno 19 agosto ed è stata istituita a ricordo del soggiorno, presso la Rocca, di Giovanna d'Angiò durante la prima metà del XV secolo. Per il paese l'evento rappresenta la sintesi dell'espressione della storia e delle tradizioni legate alla fortificazione che sovrasta il borgo. Lo svolgimento della manifestazione si compone di due momenti. Il primo è costituito dalla cerimonia detta “la discesa della regina”, ossia dalla sfilata in costume di molti figuranti che indossano abiti ispirati al Quattrocento. Il corteo storico inizia a comporsi dalla Rocca e, percorrendo le strette vie del borgo, giunge fino a Piazza Umberto I. L'ordine di sfilata è aperto dai musici che con le loro chiarine e i loro tamburi annunciano l'arrivo della sovrana. Dopo questi c'è la regina, seguita dai paggetti che sostengono il lungo strascico dell'abito, accompagnata dalle sue dame di corte. Si aggiungono i notabili, le damigelle, gli armigeri, gli arcieri, i pastori e gli sbandieratori che si esibiranno mostrando abilità nelle coreografie create per maneggiare con destrezza i loro vessilli. La piazza del paese è la sede del secondo momento della rievocazione. Qui, dopo l'arrivo del corteo, si tiene una cena all'aperto presieduta dalla castellana. Il banchetto propone un menù a base di pietanze medievali. Tutti gli ospiti sono intrattenuti da danzatori, musici e artisti che propongono giochi di strada. Arquata del Tronto

    Rievocazione storica, in costume. Ha luogo nel pomeriggio del giorno 19 agosto ed è stata istituita a ricordo del soggiorno, presso la Rocca, di Giovanna d'Angiò durante la prima metà del XV secolo. Per il paese l'evento rappresenta la sintesi dell'espressione della storia e delle tradizioni legate alla fortificazione che sovrasta il borgo. Lo svolgimento della manifestazione si compone di due momenti. Il primo è costituito dalla cerimonia detta “la discesa della regina”, ossia dalla sfilata in costume di molti figuranti che indossano abiti ispirati al Quattrocento. Il corteo storico inizia a comporsi dalla Rocca e, percorrendo le strette vie del borgo, giunge fino a Piazza Umberto I. L'ordine di sfilata è aperto dai musici che con le loro chiarine e i loro tamburi annunciano l'arrivo della sovrana. Dopo questi c'è la regina, seguita dai paggetti che sostengono il lungo strascico dell'abito, accompagnata dalle sue dame di corte. Si aggiungono i notabili, le damigelle, gli armigeri, gli arcieri, i pastori e gli sbandieratori che si esibiranno mostrando abilità nelle coreografie create per maneggiare con destrezza i loro vessilli. La piazza del paese è la sede del secondo momento della rievocazione. Qui, dopo l'arrivo del corteo, si tiene una cena all'aperto presieduta dalla castellana. Il banchetto propone un menù a base di pietanze medievali. Tutti gli ospiti sono intrattenuti da danzatori, musici e artisti che propongono giochi di strada.

Eventi passati

  • 23° Sagra Marrone Che Passione
    28-10-2018
    Sagre

    Troverete ad accogliervi castagne arrosto, Vin Brulè prodotti tipici locali musica e tanto divertimento.

Altri eventi

  • Mercato settimanale: ogni martedì, in Piazza Garibaldi;
COMMENTI :
 
Dove mangiare

Ristorante Pizzeria Papa Sisto

Via Palmaroli, 15 , Grottammare (AP)
52.58 Chilometri da Arquata del Tronto