Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Ieri è partita la Crazy Rally Winter. Attraverso l'Italia dei borghi in sella a un Ciao.


Scopri Castel del Monte

E' partita ieri da Oropa (Biella, Piemonte) la Crazy Rally Winter, la corsa più folle dell'anno. La corsa non competitiva per gli amanti dei cinquantini è una vera avventura su due ruote che porterà quella trentina di temerari in sella ai loro ruggenti Ciao ad attraversare l'Italia, da Biella al borgo di Castel del Monte (Aquila, Abruzzo). Mille chilometri in tre giorni che vedrà i nostri eroi toccare strade secondarie, sfiorando o attraversando tantissimi piccoli borghi del nostro paese. Le uniche regole prevedono infatti di evitare autostrade (del resto i cinquantini da codice non vi possono circolare), libera scelta del percorso rispettando solamente punto di partenza e di arrivo e, ovviamente, accessoriare di elementi goliardici i propri bolidi.

Affrontare il territorio dal basso, dai suoi passi appenninici, attraversando i piccoli tesori nascosti della nostra penisola non poteva che farci innamorare di questi ragazzi, che affronteranno non poche sfide sul loro cammino, e non solo il gelo che troveranno in certi punti della Crazy Winter Rally.

Dopo ben quattro edizioni estive, da Biella a Pachino (Siracusa, Sicilia), i fratelli Castagno (che gestiscono l'evento) hanno proposto a tutti i partecipanti questa nuova, elettrizzante sfida che, a differenza della versione estiva, prevede 4 check point lungo il tragitto, fondamentali per avere il riconoscimento di skyriders, ma non obbligatori. Il percorso comincia ai piedi delle Alpi e si snoda lungo la dorsale appenninica, per terminare alle pendici del Gran Sasso. Tutto il viaggio dovrà essere completato in soli 3 giorni (l’arrivo è previsto nella giornata di Domenica).

Il collante di questa versione del rally è la montagna. L’80% del percorso si svolgerà su stradine di montagna in quota e si affronteranno innumerevoli salite e discese con temperature molto basse. I check point sono dei passi aperti e tenuti puliti anche in inverno. Da Nord a Sud avremo dunque: Cisa (1.041 mslm), Pradarena (1.579 mslm), Mandrioli (1.173 mslm) e Cornello (818 mslm). Nel caso di condizioni climatiche avverse, imprevisti tecnici, stanchezza fisica o per qualsiasi altra ragione sarà possibile saltare i passi e puntare dritti all’arrivo.

Si può viaggiare in gruppo o in solitaria, sebbene per ovvie ragioni lo staff consiglia comunque di affrontare la corsa in gruppo: in questo modo tutto sarà molto più appagante e divertente e anche le difficoltà si sentiranno meno. Prima dell'arrivo a Castel del Monte, sicuramente sui social i partecipanti posteranno scatti e fotografie dalle quali, dietro quelle curve e quei monti insidiosi, scorgereno distintamente anche i profili dei nostri amati borghi.

Per seguire i temerari in questa affascinante avventura visitate la pagina Facebook o il sito ufficiale di Crazy Italian Rally.


Foto e video by Crazy Italian Rally.



ALTRE IN NEWS :
"Andar per borghi" è un piacere. Prova!