Borghi magazine ~ Alla scoperta dei tesori e delle eccellenze italiane

© 2018 - Tutti diritti riservati

Ricetta: Zuppa alla Bosana

Ricetta: Zuppa alla Bosana
Scopri Bosa

Nonostante la sua posizione perfettamente in bilico tra mare e collina il borgo di Bosa riflette anche nei piatti tipici le sue profonde radici marinare. Proprio dal mare Bosa trae le sue ricchezze gastronomiche più autentiche, prima fra tutte (come non ricordarlo) il celebre tonno. Ma come spesso accade, soprattutto nei borghi, le tradizioni culinarie più vive si ritrovano in piatti poco elaborati, cosiddetti poveri, aggregatori di quel potente portato culturale, fatto di tradizioni e consuetudini, tramandato di generazione in generazione. Nel caso di Bosa poi, dove storicamente l'aragosta era considerata, addirittura, il pesce dei poveri (come cambiano i tempi..), le suggestioni e i profumi più interessanti provengono dalla Zuppa alla Bosana, piatto tradizionale che racchiude in sé la vera anima bosana. Punto di forza di questo piatto a base di aragosta, gamberi, seppie e scampi è il perfetto equilibrio tra il persistente e pungente sapore del mare, dato dalle seppie, e la delicatezza di aragosta, scampi e gamberi. A tutto questo aggiungete la fragranza e la consistenza del pane casereccio inzuppato nel brodetto che questi tesori del mare producono in cottura e vi sembrerà di essere catapultati di colpo davanti al panorama di Bosa, spalancato sul mare: un pezzo di meravigliosa Sardegna. Accompagnate poi la zuppa con un buon vermentino, un torbato oppure, per i palati più sofisticati, sperimentate insieme a questo piatto la tipica Malvasia di Bosa, per un mix ancora più completo della tradizione enograstronomica bosana.

Ingredienti

per 4 commensali.

  • ½ kg di aragosta;
  • ½ kg tra gamberi, scampi e seppie;
  • 4 fette di pane casereccio;
  • 1 cipolla;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 200 ml di olio extravergine di oliva;
  • prezzemolo;
  • sale.

Procedimento

Per l'aragosta. Fissiamo l'aragosta a un'assicella di legno (o a un mestolo) con lo spago, per evitare che in cottura si contragga. Immergiamola in una pentola con 2 litri d'acqua bollente leggermente salata e cuociamola per circa 15 minuti. Scoliamola,  conservando l'acqua di cottura e lasciamola raffreddare eliminando la testa. Infine mettiamo la polpa in un recipiente a parte. Tagliamo le seppie a tocchetti e immergiamole nell'acqua di cottura dell'aragosta facendole cuocere per 15 minuti. Uniamo alle seppie i gamberi e gli scampi e cuociamo il tutto per altri 5 minuti. Aggiungiamo la polpa dell'aragosta per circa 3 minuti, per farla insaportire. Tritiamo finemente la cipolla con l'aglio e il prezzemolo e diluiamo il composto con 4 cucchiai di olio. Togliamo il pesce dal brodetto e versiamolo in una zuppiera. Distribuiamo il trito di aromi ed infine versiamo il brodo caldo sul pesce, guarnendo la zuppa con il pane casereccio tagliato a fette.

Buon appetito!

Foto tratta da buttalapasta.it

ALTRE IN IN TAVOLA :